Teatro Carignano

Torino

Il Teatro dei Principi di Carignano nacque come un teatrino “di famiglia” nobiliare, aperto ogni sera al Principe e ai suoi familiari; era realizzato in legno per favorire l’acustica e dotato di retro-palchi per svestire gli abiti da viaggio impolverati e vestire gli abiti di rappresentanza. La realizzazione del teatro originario avvenne tra gli ultimi anni del Seicento e i primi del Settecento, a cura di Luigi Amedeo figlio di Emanuele Filiberto, per ospitare spettacoli minori, come il “ballo di corda” o il “ballo di spada”. L’incendio del 16 febbraio 1786 impose una nuova costruzione su progetto di G.B. Feroggio con quattro ordini di palchi, dei quali venti al primo ordine, ventuno al secondo, ventidue al terzo e quarto ordine. La divisione delle logge era data da cariatidi in cartapesta sovrastate da un capitello jonico, con colore prevalente giallo e bigio. Il soffitto e il sipario furono dipinti da Bernardino Galliari, ottantenne.
Ci pregiamo di aver installato la nuova guida del sipario motorizzata con carrelli di nostra produzione (brevettati), posti nella guida del sipario a sostituzione di quelli “classici”, i quali fanno in modo che, al momento dell’apertura del sipario il tessuto resti teso al centro e si arricci via via ai lati, quindi un meccanismo opposto a quello che avviene con i tipi di carrelli utilizzati fino ad ora che fanno arricciare il sipario dal centro, in quanto il primo carrello centrale spinge gli altri verso l’esterno.

TOP